Risate e riflessioni nel “Giardino di Emma” con Paolo Dapporto

Una serata che ha unito divertimento puro a spunti di riflessione importanti. Merito di Paolo Dapporto, che nel presentare il suo romanzo “Il giardino di Emma” ha saputo unire, con la sua abituale verve, momenti esilaranti col racconto di aneddoti inerenti al romanzo, a riflessioni profonde su quali siano le cose che davvero contano nelle nostre vite.
Romanzo autobiografico con alcune licenze letterarie di fantasia, Il giardino di Emma racconta con una leggerezza solo apparente la preparazione all’esame di maturità a Frassignoni, località sulle montagne pistoiesi, dove in un ambiente immerso in una natura spesso selvaggia, fioriscono nuove sensazioni ma anche nuove consapevolezze in un gruppo di adolescenti.
In conversazione con Umberto Mormile, supportato dalle letture di brani del romanzo da parte di Maria Giovanna Tiana, Dapporto ha regalato al numeroso pubblico presente una serata difficile da dimenticare.

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.