L’ironia delle Leggend…Arie infiamma l’otto marzo

Risate, emozioni, applausi. Ancora una volta le Leggend…Arie di Amici di Civica hanno saputo cogliere, con intelligenza e ironia, un senso importante da dare alla Giornata Internazionale delle Donne dell’otto marzo scorso. In una Sala Polivalente completamente esaurita, per un’ora e mezzo il pensiero si è potuto spostare dagli eventi tragici di questi giorni ad ambiti diversi, toccati con una leggerezza che non è mai superficialità, anzi. Perchè, per dirla con un meraviglioso motto anarchico mutuato dal Sessantotto, una risata vi seppellirà. E in questo caso, da seppellire sono i pregiudizi e i luoghi comuni che da sempre accompagnano le donne nel loro faticoso percorso verso una nuova consapevolezza. Perchè le rivoluzioni più importanti devono partire sempre dall’autocritica e dall’adozione di modelli di comportamento diversi.
Tutto questo in un incontro di poco più di un’ora? Ebbene sì. Le Leggend…Arie con poche battute meravigliosamente recitate, hanno dipinto di ridicolo quel modello di donna costruito per loro dagli uomini, troppi anni fa. Tempo di cambiare, per chi non se ne fosse accorto.
Ma attenzione: la sensibilità delle donne rimane un valore. E quei gagliardetti giallo-celesti da appuntare alla mimosa, distribuiti all’ingresso, vanno a ricordare che le donne non sono in seconda fila quando c’è da battersi per valori importanti. A cominciare da quello della pace, ribadito dalle bandiere arcobaleno all’ingresso in scena.
Chapeau.


Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.